Adulti

Adulti

Appena laureata, nel 2002, svolsi un tirocinio formativo annuale, obbligatorio per il conseguimento dell’abilitazione professionale.

Iniziarono così le mie prime esperienze di sedute individuali con persone adulte, bisognose del mio aiuto.

Mi trovavo presso la Fondazione Don Gnocchi Centro S. Maria Nascente di Milano, reparto di neurologia e sclerosi multipla.

Ricordo ancora le emozioni nella pancia, e i pensieri nella mente, in uno sconvolgimento unico nel suo genere. Aiutare, essere aiutati, sentire di esserci, avere voglia di scappare, sentire di potere dare ma allo stesso tempo la paura di sbagliare.

E sbagliando si impara, si prende sicurezza, le prime soddisfazioni arrivano.

Dopo il superamento dell’esame di stato ed il conseguimento dell’abilitazione professionale nel 2004, decisi di intraprendere l’esercizio della libera professione come psicologa.

Nel frattempo, vinsi una borsa di studio per una Scuola Quadriennale di Specializzazione in Psicoterapia, Centro Studi Terapia della Gestalt, e iniziai l’esperienza che permise un salto in avanti nella mia crescita professionale e umana.

Il metodo prettamente esperienziale di questa scuola, mi permise nel tempo, non solo di maturare competenze, ma anche esperienze e capacità nella pratica clinica.

All’interno di questa scuola si sperimenta sin da subito l’essere terapeuta di un proprio collega, si lavora nel gruppo con la supervisione di un professionista esperto, e si svolge ogni anno per quattro anni un tirocinio formativo, in cui si presta la propria professionalità da psicologo in diverse strutture e contesti.

In particolare, ebbi modo di esercitare presso l’Azienda Ospedaliera “Ospedale San Carlo Borromeo”, Centro di salute e ascolto per le donne immigrate, e presso il Consultorio familiare Sant’Erlembardo, entrambe a Milano.

All’interno di questi contesti, formai la mia esperienza in setting individuali, di gruppo, e di coppia, non solo nell’ambito della diagnosi e assistenza, ma anche della formazione psicologica.

Nel 2008, al conseguimento della specializzazione e dell’abilitazione ad esercitare come psicoterapeuta, il direttore della scuola mi chiese di restare come assistente alla didattica, ruolo che ricoprii per due anni. In questo modo ebbi la possibilità di affinare ulteriormente la mia esperienza, cercando di trasmettere ad altri quello che avevo imparato fino a quel momento. Insegnare e supervisionare colleghi è un altro utilissimo modo per continuare ad imparare e diventare maggiormente consapevoli di quello che si fa e di come lo si fa. Ebbi anche l’onore di partecipare alla stesura del primo Dizionario Internazionale di Psicoterapia, edito da Garzanti, che costituisce un tentativo, unico in Europa, di sistematizzazione delle pratiche psicoterapeutiche.

Intrapresi nel 2009 una collaborazione con l’Azienda Speciale Farmacia Multiservizi Comunale di Cormano, Milano, aprendo uno sportello di ascolto e consulenza psicologica per i cittadini che ne avessero fatto richiesta (leggi l’articolo). Fu un’esperienza che si inserì all’interno di una serie di servizi per la promozione del benessere delle persone, che mi permise di far conoscere alle persone, anche attraverso la realizzazione di incontri a tema, chi fosse lo psicologo e quale fosse il suo lavoro e il suo ambito di intervento. Attualmente opero come specialista all’interno del Poliambulatorio Punto Salute, un centro servizi dell’azienda stessa.