Continuum di consapevolezza

Continuumconsapevolezza

 

 

Il lavoro sulla consapevolezza è fondamentale per essere se stessi ed entrare in un contatto pieno ed appagante con gli altri e ciò che ci circonda.

Il continuum di consapevolezza non è un semplice esercizio, è la pratica di un “sano atteggiamento centrato sul presente”(Atteggiamento e prassi della terapia gestaltica”, Claudio Naranjo, Melusina Editrice).

Noi siamo qui e ora. Questa è la condizione umana.

Il passato è ricordo, il futuro è anticipazione, a partire da un essere pensante, che percepisce, prova emozioni e agisce qui e ora.

Essere consapevole di ciò che avviene qui ed ora, dentro e fuori di me, è l’unico modo per essere responsabile della mia vita, nel senso di assumermi fino in fondo ciò che sono ed essere capace di rispondere a ciò che mi accade.

La traccia che darò qui è indicativa per cominciare un lavoro continuo sull’esercizio della propria consapevolezza, fino a che possa diventare un ” modus vivendi “.

Trova uno spazio e un tempo, almeno 15 minuti per cominciare, in cui nessuno ti interromperà, e dove poter stare comodo e in silenzio.

Assumi la posizione a te più congeniale, che tu possa mantenere anche per lungo tempo.

In un luogo piacevole, con i comfort che desideri.

Uno spazio e un tempo per prenderti la cura di occuparti di te e della tua crescita.

Difendi questo spazio e tempo di sperimentazione sulla consapevolezza dalle invasioni del “fare” quotidiano.

All’inizio, perchè la consapevolezza possa crescere, dentro di te, va ricercata con fatica e protetta con tenacia.

Sei pronto per cominciare, ripeti dentro di te queste semplici parole:

“Io sono qui e ora”.
Accresci la densità della tua presenza.

E resta in ascolto.

“Io qui ed ora sono consapevole che….”.
Esercita la tua attenzione. Essa è rivolta al flusso naturale e continuo del tuo essere nel mondo qui e ora, a più livelli:

  • corporeo-cinestesico: sii consapevole, ed esprimilo, ad esempio,  dei tuoi movimenti, delle contratture o dolori, delle aree calde o fredde del tuo corpo, del vuoto o pieno nella pancia, di tutto quello che riguarda il tuo corpo nel suo essere vivo adesso (es: “io qui ed ora sono consapevole che ho il vuoto nella pancia, mi prude l’alluce, ho dolore alla testa, mi sento leggero”, ecc). Il corpo non è scisso dalla mente, si tratta di recuperare un corpo che siamo;
  • senso-percettivo: sii consapevole, ed esprimilo, di ciò che percepisci intorno a te, attraverso tutti i tuoi sensi, ad esempio: “io qui e ora sono consapevole del brusio dall’altra parte della stanza, della luce che attraversa la finestra, dell’odore del mio maglione, ecc”;
  • emozionale: sii consapevole, ed esprimilo, delle emozioni che provi nello stare qui e ora, nel flusso di coscienza che si svolge in modo dinamico, ad esempio”Io sono consapevole qui ed ora di provare tristezza nel vedere questa stanza vuota, di sentire un’emozione al petto che non so definire, di sentirmi felice di essere solo, ecc.”
  • cognitivo: sii consapevole, ed esprimilo, dei tuoi pensieri, segui il flusso così com’è, senza tentare di controllarlo, lasciati portare e sperimenta dove ti conduce.

I diversi livelli di consapevolezza si intersecano in ogni momento del flusso dell’esperienza; se non tentiamo di manipolare attivamente il movimento della nostra attenzione, ma lasciamo che vada dove vuole andare, come fanno i bambini, si determinerà un flusso psichico spontaneo e olistico; lasciarsi andare a ciò che viene al confine di contatto tra mondo interiore ed esteriore.

Cerca di renderti conto che sei tu a vivere l’esperienza, sei tu ad agire, osservare, soffrire, resistere, ecc.

L’esperienza che tu hai del mondo riflette ciò che sei, sentire ed essere consapevole di questa esperienza, momento per momento, ti farà scoprire chi sei.

Se vuoi conoscerti davvero lascia la manipolazione e il controllo di te e della tua esperienza secondo schemi predefiniti, abitudinari o ideali, e abbandonati all’espressione di te, così come avviene, spontaneamente nel contatto col mondo, prestale attenzione per cominciare a conoscere come sei davvero, oltre a quello che credi o desidereresti essere.


Scopri le attività connesse a questa tematica