Disabilità

Disabilità

 

 

 

La disabilità è un ambito a cui mi sono avvicinata apparentemente per caso, in realtà, ho scoperto poi, per il desiderio di conoscere e prendermi cura di parti fragili e nascoste di me.

 

Lavorare a contatto con persone “diverse” non solo per abilità, ma nel proprio essere e modo di esprimersi e vivere nel mondo, mi ha fatto per un verso provare molto dolore, per la caduta da una visione ideale e fanciullesca di un mondo perfetto e in cui tutto è risolvibile, dall’altro mi ha fatto sentire a casa, a mio agio, non giudicata in un ambito di contatto profondo tra esseri umani. Una profondità fuori dalla formalità e dagli schemi di “normalità”.

Iniziai presto il mio contatto con bambini e adolescenti affetti da patologie genetiche gravi che compromettevano le abilità e le funzionalità di base, avevo diciott’anni e facevo la volontaria presso una associazione non profit.

Fu scioccante, doloroso, mi mise a dura prova.

Fu emozionante, appagante, curativo, mi sentii me stessa.

Dal 2004 al 2006, presso il Consorzio Nord-Milano per la formazione professionale e l’educazione permanente di Limbiate, Milano, svolsi attività di docenza, tutoring per l’inserimento lavorativo, animazione, educazione, assistenza, orientamento alla formazione, rivolte a minori portatori di handicap fisico e/o psichico.

Fu un’ esperienza dura, ogni momento una difficoltà da gestire, con cui stare, da accettare.

Mi rese più forte e più calma.

Attualmente collaboro con un’ associazione di volontariato che offre servizi a portatori di handicap e alle loro famiglie, in un’ottica di consapevolezza delle dinamiche profonde che si svolgono nel contatto con la disabilità che sia fuori o dentro di noi.