Controllo in ufficio

“Mi trovo in ufficio, due colleghi dichiarano che vogliono trasferirsi e andare in un altro ufficio; la cosa desta critiche da parte di tutti i presenti poiché i due, con quel poco che fanno, è strano che chiedano anche di voler andare via; due donne (presumo colleghe) commentano che la richiesta è clamorosa ma, al contempo, dicono che tanto è inutile: “si sono dimenticati che anche per fare cambi interni di ufficio le richieste devono andare tutte a Roma?” Alla fine i due decidono lo stesso di andare dal Comandante a fare la richiesta. Dopo pochi minuti ritornano insieme a lui, il quale ha due piatti in mano, uno con un risotto e l’altro con una focaccia di verdure e dice: “se me lo avessero detto prima avrei conservato più porzioni del risotto, peccato!” A questo punto esco dal mio ufficio per andare a prendere delle pratiche dai colleghi degli altri uffici, appena esco nel corridoio con mia sorpresa vedo tante pile di pratiche una sopra l’altra fuori dalle porte di 2-3 uffici, tra me e me penso:”ma questi sono impazziti? Hanno messo tutto fuori dalle porte?” Ritorno nel mio ufficio e trovo 2-3 persone che stanno togliendo tutte le pratiche dalla mia scrivania, mettendole in parte a terra e in parte su un armadio vicino; mi arrabbio molto e rivolgo loro frasi ingiuriose: “ma state fuori? Siete scemi? Chi vi ha dato il permesso?” Chiamo il mio caposezione per fargli vedere tutto, anche quello che hanno messo per terra nel corridoio fuori dai loro uffici, lui si fa una grossa risata senza dire altro, io mi arrabbio moltissimo fino a dire una grossa bestemmia; contemporaneamente prendo la giacca e molto arrabbiato me ne vado”.

Sogno di anonimo

Scopri gli argomenti connessi a questa tematica:

Scopri le attività connesse a questa tematica: